Itinerario riflessologico

Il Volto che rivela 1
Una sessione teorica di tre giorni
Una ruga, una fronte spaziosa, un sopracciglio pronunciato, un occhio piccolo o grande, labbra sottili o carnose, le espressioni colorate del volto, temperamento riflesso sui tratti del viso e altro ancora: fisiognomica allo stato puro. Il volto come specchio dell’essere che si esprime attraverso l’immagine di superficie.

Con le sue forme, le imperfezioni, le disarmonie, il viso racconta tutto di noi perché è il libro sul quale timidamente scriviamo i nostri sogni.
Il Volto che rivela 2
Una sessione teorica da tre giorni
Una ruga, una fronte spaziosa, un sopracciglio pronunciato, un occhio piccolo o grande, labbra sottili o carnose, le espressioni colorate del volto, temperamento riflesso sui tratti del viso e altro ancora: fisiognomica allo stato puro. Il volto come specchio dell’essere che si esprime attraverso l’immagine di superficie.

Con le sue forme, le imperfezioni, le disarmonie, il viso racconta tutto di noi perché è il libro sul quale timidamente scriviamo i nostri sogni.

Il Volto che rivela 3
Una sessione teorica da tre giorni
Una ruga, una fronte spaziosa, un sopracciglio pronunciato, un occhio piccolo o grande, labbra sottili o carnose, le espressioni colorate del volto, temperamento riflesso sui tratti del viso e altro ancora: fisiognomica allo stato puro. Il volto come specchio dell’essere che si esprime attraverso l’immagine di superficie.

Con le sue forme, le imperfezioni, le disarmonie, il viso racconta tutto di noi perché è il libro sul quale timidamente scriviamo i nostri sogni.

Manualità della mia Visione dell'uomo
Una sessione teorica di un giorno
Lucia spiega che nel corpo abbiamo la fotocopia di molti organi, duplicato che può essere utilizzata qualora l’originale non risponda adeguatamente ai trattamenti specifici o quando si abbia bisogno di una “supplemento” di energia per poter coadiuvare la risoluzione di problemi trattati senza successo.

La teoria verte sulla modalità d’uso delle singole “fotocopie” e sul significato più profondo delle 7 ghiandole. Per l’applicazione corretta però, e per la precisa individuazione dei punti e delle zone, occorreva un corso di pratica nel quale si identifichino le manualità specifiche per ogni situazione e la visualizzazione sul corpo delle aree su cui intervenire.

Poiché la manualità è semplice, anche se molto specifica, abbiamo sintetizzato in un unico giorno tutto il lavoro necessario. Per frequentare questo corso sarà necessario aver seguito almeno “La mia visione dell’uomo 1” poiché è in questo sessione che si classifica la maggior parte delle regioni corporee su cui si deve intervenire.
Nastri Cutanei della Testa
Una sessione teorico-pratica di due giorni
Il pensiero, la sua forza, il suo perdurare, il suo rimanere ad uno stato embrionale, con una parola, un gesto, con un intento si rifugia in quelle zone elette chiamate Nastri cutanei della testa.
Il pensiero che ci ricorda un’esperienza negativa non verbalizzata, non comunicata, e non resa cosciente, impedisce al corpo di scaricarne la tensione e il disagio fisico, trasformando la risposta in sintomatologie legate al sistema nervoso della testa e degli organi di senso.
Mal di testa, torcicollo, ed altri segnali corporei a volte sono solo il frutto di una parola non nata e di un pensiero latente.
La manualità dei Nastri cutanei applicata alla testa, ma anche a tutto il corpo, andrà con rispetto ad “invitare” il pensiero a trasformarsi e liberare così l’individuo da una tensione il cui segno passa da una marcata espressione del viso ad un disagio funzionale degli organi di senso.


Contenuti
-breve teoria della risonanza ,vibrazione e visualizzazione
-introduzione dermatomi aggiunti delle gambe
-manualità sul corpo e concetto di “Ambiente”
-manualità specifica sulla testa di tutti gli elementi
-manualità specifica per il viso
-teoria e pratica su tutte le più comuni manifestazioni degli organi di senso


PERCHE’ FREQUENTARE QUESTO CORSO

L’operatore attraverso la frequentazione di Nastri cutanei della testa acquisirà competenze interpretative e manualistiche rapide ed efficaci per intervenire su tutte le manifestazioni di occhi, orecchie, naso, bocca, lingua.
L’apprendere nuove chiavi di lettura nel piede, la consapevolezza del “bisogno” di un pensiero bloccato e il lavoro sulle espressioni del viso, sono i punti di forza di questo percorso didattico.


Riflessologia Dermalgica
Una sessione teorico-pratica di due giorni
La mappa riflessologica si estende in nuove aree.
Le aree riflesse organiche e viscerali si estendono in svariate zone del corpo, e lavorare su questi distretti farà sì che si mantengano le riserve per poter compiere al meglio il lavoro metabolico ed emotivo degli organi e dei visceri.
Le fisiologiche competenze di un corpo sono di pertinenza metabolica, e come tali bisogna supportarle accedendo e lavorando quelle aree che congenitamente sono collegate agli organi contenuti nel torace e nell’addome.
Questa manualità prevede un lavoro specifico su:

Miotomi per dare forza al vivere l’esperienza emotiva.
Sclerotomi per richiamare l’attenzione a quella forza ancestrale.
Viscerotomi per mantenere il nostro sistema organico e viscerale nella giusta tonificazione e posizione.

Contenuti

TEORICI:

- Teoria sul collegamento organo e le sue zone riflesse nel corpo.
- Collegamento delle zone riflesse corporee con le sintomatologie
- Organi e visceri e sintonizzazione

MANUALISTICI:

- Lavoro sui diaframmi
- Preparazione addominale
- Tecniche dirette sui miotomi
- Tecniche dirette sugli sclerotomi
- Tecniche dirette sui viscerotomi



Perché frequentare questo corso:

Partecipare a questo corso fornirà all’operatore nuovi strumenti per poter intervenire in modo decisivo dove il corpo grida un aiuto.
Permetterà di riabilitare le funzionalità metaboliche dei vari sistemi interni attraverso il supporto del corpo esterno.
Riflessologia dermalgica facilita il compito del sentire ciò che visceralmente siamo e vogliamo essere.


Studi di riflessologia 4
Una sessione teorico-pratica di tre giorni
Studi di Riflessologia 4 è stato istituito per permettere al professionista di scendere nei particolari interpretativi delle zone riflesse sul piede e sul corpo. Verranno ripresi e approfonditi i concetti de “La Mia Visione dell’Uomo 1-2-3”, fornendo gli strumenti per agire sulle fonti di riserva di tutti i sistemi: le gambe.

Conoscenza fondamentale per avvicinarsi alle disarmonie inestetiche e funzionali del corpo. In questo modulo verrà esaminata un’ampia documentazione fotografica sulle chiavi di lettura.
Visione dell'uomo 1
Una sessione teorica da tre giorni
Nell’uomo è connaturata la forza di reagire a tutti gli eventi della vita, positivi o negativi che siano. Perché ogni persona ha a disposizione numerose risorse che il corpo adopera per la sopravvivenza.

In questa sezione didattica si parlerà approfonditamente di queste risorse, si farà conoscenza dell’uomo alla rovescia e del potere straordinario delle ghiandole endocrine, un pozzo dal quale attingere per il recupero e la crescita interiore.

Le ghiandole sono le nostre risorse personali dalle quali attingiamo quel buonumore che permette al corpo di liberarsi delle sostanze di scarto che, se trattenute, alterano il nostro equilibrio e la bellezza.
Visione dell'uomo 2
Una sessione teorica di tre giorni
Nell’uomo è connaturata la forza di reagire a tutti gli eventi della vita, positivi o negativi che siano. Perché ogni persona ha a disposizione numerose risorse che il corpo adopera per la sopravvivenza.

In questa sezione didattica si parlerà approfonditamente di queste risorse, si farà conoscenza dell’uomo alla rovescia e del potere straordinario delle ghiandole endocrine, un pozzo dal quale attingere per il recupero e la crescita interiore.

Le ghiandole sono le nostre risorse personali dalle quali attingiamo quel buonumore che permette al corpo di liberarsi delle sostanze di scarto che, se trattenute, alterano il nostro equilibrio e la bellezza.

Visione dell'uomo 3
Una sessione teorica di tre giorni
Nell’uomo è connaturata la forza di reagire a tutti gli eventi della vita, positivi o negativi che siano. Perché ogni persona ha a disposizione numerose risorse che il corpo adopera per la sopravvivenza.

In questa sezione didattica si parlerà approfonditamente di queste risorse, si farà conoscenza dell’uomo alla rovescia e del potere straordinario delle ghiandole endocrine, un pozzo dal quale attingere per il recupero e la crescita interiore.

Le ghiandole sono le nostre risorse personali dalle quali attingiamo quel buonumore che permette al corpo di liberarsi delle sostanze di scarto che, se trattenute, alterano il nostro equilibrio e la bellezza.